Io sono pigra. E i miei sogni lo sanno!


No è che quando dico pigra voglio proprio dire pigra. Voglio dire che esiste un ridente paesucolo di 300 abitanti che sta sul lago di Como e che si chiama Pigra, e voglio dire che io dovrei esserne cittadina onoraria!

Ogni mattina nella mia casa squillano tre sveglie.
La mia, la mia e la mia.
So che è così perché ogni sera le punto e mi accerto di averlo fatto con cura, ma non ne ho mai sentita suonare una...

Da quando mi addormento a quando mi sveglio faccio un sacco di sogni.
Sogni belli
incubi
sogni in bianco e nero
sogni profumati
sogni a colori.
Ma soprattutto sogni giustificatori.

Il sogno giustificatore è quello che interviene non appena suona la sveglia. Io voglio dormire ancora e lui lo sa.

Quella suona, io mi sveglio.
Quella suona, io cerco di ricordarmi chi sono, da dove vengo, dove sto andando.
Quella suona, io la spengo.

Guardo le ore e inizio a ricordarmi perché ho puntato la sveglia presto. Elenco in testa le cose che devo fare, quanto sono urgenti e quanto sono in ritardo. E qui interviene il sogno giustificatore.

Mi spiego meglio, anzi vi faccio un esempio.

Tempo fa stavo realizzando una serie di illustrazioni, il lavoro era ancora molto e la data di consegna vicina. Passo giorni e giorni a lavorare senza mettere la testa fuori di casa e dormendo pochissimo. Una sera mi accorgo che oramai mi addormento sul foglio, aggiorno lo schemino del fatto-da fare, sono terribilmente indietro, decido che è ora di chiedere aiuto a qualcuno.
Mentre mi lavo i denti e mi avvio al letto inizio a creare un piano alternativo.

"Domani mattina chiamo
- testa sul cuscino
Gianluca e gli chiedo se mi aiuta a fare le basi del colore
- sbadiglio insistente palpebra che si chiude
Raffaella e le chiedo una mano per le chine
- ecco l'antro di morfeo
Lina e mi faccio aiutare per mascherature e aerografo che sono il lavoro più lungo
- già russo
e sono a posto"

Suona. Sveglio,cerco,spengo.

Mi rigiro e mi riaddormento. Tanto oramai ho deciso il piano alternativo, è solo da attuare, non serve che io mi alzi così presto.

Mi sveglio un paio d'ore dopo. Mi alzo con calma, faccio la doccia, preparo la colazione
come non facevo da mesi
mi siedo serena di fronte alla mia tazza di caffè, metto in fila i biscotti
sorrido

Ora chiamo
Gianluca e gli chiedo...
Raffaella e le chiedo...
Poi per il lavoro lungo sento Lina...

...
...
...


CHI Ca.z(/&&zO è LINA ???????


...
...
...


Ecco... questo è un sogno giustificatore. E quando vi accorgete che siete nella merda diventa il peggiore dei vostri incubi!