di tutto un post!

E C C O M I !


No.


Non ho da raccontarvi niente di eclatante. per una volta non sono stata da nessuna parte, non ho modificato la planimetria di casa prendendo muri a mazzate, non ho ospitato tZunami d'altri mondi.

Solo sta sera, finalmente, mi metto un po' in pari con gli arretrati (post-mail-telefonate chiacchere).

Così eccomi anche qui!


- post primo - Il "Premio Impegno"

una 20ina di giorni fa sono passata dal blog di Mobu&Al, e ho scoperto che il gentil pescetto mi ha destinato un premio. Eccolo:


Diciamo pure che il "premio impegno" dopo questo secolo di latitanza fa un pochetto sorridere. Ma è come a scuole: fatti i primi 6 mesi , poi si vive di rendita fino alla fine del percorso!
Perciò ora son qui a render giustizia.

Ecco il regolamento: scrivere il suo regolamento - premiare altri 12 blog - continuare ad impegnarsi per migliorare e far conoscere a più persone il proprio blog -

Ed ecco i miei premiati:

4 blogger per il manifesto impegno nel postaggio selvaggio

La donna senza testa

Di Frida innamorata

Grigolhouse

.

4 blogger che ho scoperto di recente o che di recente hanno deciso di buttare il loro tempo postando

Paolo Lamanna

Valentino Forlini

Drawland

Francesco Abrignani

e, infine, 4 blogger che si distinguono per il manifesto impegno nello sparire il più frequentemente possibile dal proprio blog

Petrolio Rosso

Il panda non si estinguerà mai

Rob di Salvo

Paolo Maddaleni

Per quanto mi riguarda, invece, sto stampando una serie di A3 con l'indirizzo del mio blog e li userò per tappezzare i bagni degli autogrill della zona!



-post secondo- Topolino di campagna va al Giapponese



Raziel mi faceva notare che si aspettava un dato racconto postato con fronzoli e dovizia di particolari.

Eccolo.

Ma senza la dovizia.

Un paio di domeniche fa ce ne andiamo a gozzovigliare al giapponese. Certo, coi prezzi che ha, al giapponese sarebbe meglio andarci con lo stomaco già sul pieno andante. Ma decidiamo di fregarcene e ordiniamo per quattro. La cameriera ride. E ogni piatto ride di più. Secondo me mentalmente si sta già facendo il conto.

Finiamo tutto e ci manca solo di chiedere un pezzetto di pane per far scarpetta dell'ultimo goccio di soia e wasabi.

Tocca al dolce. Ma io non ho una predilezione per i dolci giapponesi, così chiedo se cortesemente posso avere il menù del cinese per scegliere il dolce. La cameriera sorridente mi dice di dirle pure cosa voglio tanto lei si ricorda. Le dico che voglio le palline di cocco.

Va e torna. E mi mette di fronte una di quelle vaschette a forma di noce di cocco con dentro il gelato e la targhettina "Tre Marie" sopra.

Mi innervosisco perchè l'avevo detto io che volevo il menù per chissà come quando le dici il numerino va sempre tutto liscio e quando ci metti una virgola arriva l'impossibile.

"Ma no guarda non intendevo questo. Voglio le palline di cocco, quelle calde, quell..."

"Ah, volele cocco flitto!"

"Ecco si flitto, blava!"

Oddio, l'ho fatto! Mi sono bruciata il meglio giappo della zona. Ora ci sono chilometri tra me è un sushi decente. Cazzo.

-post terzo- Ogni tanto lavoro anche





ma dato che si possono pubblicare solo cose di adeguato tempo addietro, oggi vi propongo qualche china dall'ottavo episodio di X-Campus. Matite eccezionali di Roberto di Salvo!